Una delle incomprensioni più comuni nel mondo del lavoro (ma per la verità anche al di là di questo) è quella relativa alle capacità di un individuo.

Spesso mi sento dire che una data persona ha le capacità ma non le sfrutta. Ciò avviene perchè c'è una profonda differenza tra il concetto di CAPACITA' e quello di ATTITUDINE.

Mentre infatti la capacità di un individuo definisce la sua potenzialità a compiere un'azione o a svolgere una funzione e quindi indica se quell'individuo è in grado o meno di fare una determinata cosa, l'attitudine esprime una sua predisposizione naturale a svolgere una determinata attività.

I due termini pur essendo spesso usati in maniera interscambiabile definiscono in realtà due approcci molto diversi tra loro. Per comprendere meglio il concetto facciamo un esempio. Asdrubale, è il venditore di un'azienda ed è molto bravo a vendere perchè quando si mette in testa di farlo non lo ferma nessuno. Possiede quindi una grande capacità di vendita. Purtroppo però Asdrubale si trova di buzzo buono per vendere solo poche volte al mese e quindi le sue statistiche di vendita sono molto basse. Non possiede quindi l'attitudine alla vendita che è l'abitudine a farlo in qualsiasi momento e con chiunque in maniera molto naturale.

La capacità di vendita non è detto che porti dei risultati se non è accompagnata dall'attitudine alla vendita. Questo ovviamente vale per tutte le aree e non solo per la vendita. Sviluppare delle capacità è tutt'altra storia rispetto a sviluppare delle attitudini perchè appartengono a due sfere diverse dell'essere. Analogamente comprendere le attitudini di una persona è più difficile che individuarne le capcità. Come fare allora ad individuare e a sviluppare le attitudini? Continua a seguirmi, te ne parlerò la prossima volta.